benefici dei riti tibetani

i riti promuovono la salute attraverso la ricalibrazione dell’energia che viene attivata tramite questa pratica in tutti i sistemi del corpo.

l’energia si riorganizza e si riequilibra a livello muscolare, respiratorio, circolatorio, ghiandolare, articolare e ormonale.

alcune persone riscontrano frequentemente miglioramenti sostanziali nei loro comportamenti.

ma perchè accade questo?

perchè siamo fatti anche di energia, il cui potere è enorme. l’accumulo e il risveglio di essa attraverso i riti, favorisce l’elaborazione delle cause ai nostri blocchi e il nostro cervello risponde con soluzioni.

in ogni epoca e in ogni tradizione culturale e religiosa di ogni parte del mondo, si sono sempre utilizzati dei rituali per enfatizzare una richiesta, un intento, una azione, in modo da ottenere una risposta efficace.

il rito è Sacro per definizione e questa sacralità è data dall’intenzione che noi mettiamo nell’eseguirlo.

i riti pertanto non sono solo dei semplici esercizi da praticare: consentono di evolvere come Esseri Umani.

ogni azione rituale è composta da tre fattori: la Fede, la Consapevolezza e la ripetizione con il numero sacro 21.

la condizione del corpo riflette anche la nostra condizione mentale ed emotiva: spesso le nostre contratture muscolari ci parlano dei nostri disagi emotivi.

i riti aiutano a rimuovere i blocchi e le disarmonie interiori e a promuovere un’emotività equilibrata, fluidi vitali liberi e purificati, una mente più vigile ed uno Spirito sveglio.

i riti agiscono sul sistema endocrino, armonizzando la produzione ormonale.

secondo la fisiologia energetica dello yoga, l’assunzione delle posizioni dei riti tibetani influisce sui Chakra e di conseguenza sul benessere degli organi interni ad essi connessi, sulla regolazione delle ghiandole endocrine e sul sistema nervoso.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: